10 dicembre 2016

Smettere di.


Anche l'altezza mi mette paura, e il sangue e i terremoti; per il resto non temo nulla, tranne la morte, il pensiero di mettermi a urlare in mezzo alla folla, l'appendicite, e un attacco di cuore, già, anche questo.
(Chiedi alla polvere - J. Fante)


Smettere di aver paura.
Di parlare. Di scrivere. Di essere.
Di perdere. Di perdermi e di perdervi.
Della nebbia. Del ghiaccio. Dei pensieri degli altri. Dei giudizi e delle opinioni.
Degli incidenti. Delle automobili ribaltate. Della disattenzione.
Del cibo bruciato. Dei treni in ritardo. Delle strade nuove.
Delle telefonate inaspettate. Del corpo che non risponde, dei coaguli di sangue e del cuore che manca un battito.
Del tempo che è clemente solo quando vuole. Del tempo che se ne frega. Del tempo che non esiste.
Di non essere all'altezza. Dell'altezza. Di deludere. Di non meritare stima.
Di non essere abbastanza. Abbastanza bella, simpatica, brava, magra, intelligente, disponibile. Abbastanza come mi vogliono gli altri.
Del vento che fa tremare i vetri. Del respito breve. Della tosse che toglie il fiato.
Di perdere profondità. Capacità di pensiero critico e curiosità.
Di cambiare e di essere uguale.
Di perdere il controllo. 
Di amare troppo
Di amare male.
Voglio smettere di aver paura.
Ma ho paura di farlo.

Ren Hang


Share:

44 commenti:

  1. Foto bellissima

    In questo momento sto parlando di demenza senile con mia mamma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ren Hang è eccezionale.

      Terribile non riconoscersi e non riconoscere.

      Elimina
  2. la paura è parte dell'uomo intelligente.
    la paura di amare troppo la puoi cancellare..è amare male il danno.
    un abbraccio, sempre e comunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte, però, nell'amare troppo ho paura di amare male.

      Un abbraccio fortissimo anche a te.

      Elimina
  3. l'unica cosa positiva della mia età, è che molte di quelle paure che elenchi le perdi, c'è una certa leggerezza nel prendere le cose, forse perché viene a mancare la proiezione verso il futuro, si vive di momenti, dell' oggi, ci si prepara la partenza, che appare sempre più vicina.Si sistemano cose, si lasciano testamenti, volontà...può apparire un brutto affare, invece a me ridimensiona tutto.forse perché ho anche dei figli...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è un brutto affare, sai? Ridimensiona, come dici tu. Dà a tutto il giusto peso e la giusta prospettiva.
      Grazie <3

      Elimina
  4. Molte le condivido pure io... quanto protremmo fare senza le paure più sciocche! Altre invece credo siano utili, ci rendono buone persone.

    CervelloBacato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alcune sì, penso siano fisiologiche all'esistere. Altre dovrei imparare a lasciarle andare.

      Elimina
  5. Molte delle paure elencate sono alla base delle mie giornate libere ma trascorse tra le coperte, rannicchiata e spaventata nel tentativo di sparire.
    Vorrei essere abbastanza, me lo ripeto spesso.
    Abbastanza per non avere paura e per capire che non c'é metro né criterio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbastanza per capire che siamo abbastanza.

      Elimina
  6. Solo smettendo di vivere puoi smettere di avere paura. Certo le puoi stemperare, come dice S., te le levighi addosso, le plasmi di fatalismo, le mischi ai sogni del futuro sempre più corto e ineluttabile. Ma sono lì. Alcune non le conoscerai poi mai. Altre ti suonano il campanello e ti si presentano con la valigia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna imparare a farci i conti. E io, in questo, non è che sono tanto brava.

      Elimina
    2. Tu sei una scheggia, in questo, cazzo se lo so.

      Elimina
  7. La paura fa parte della vita stessa ... chi non ha paure non vive.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma anche la troppa paura può bloccare il vivere.

      Elimina
  8. Mi ricollego a Franco, ma anche a S. Secondo me col tempo alcune paure si affievoliscono, altre spariscono, altre ancora restano, ed altre invece nascono (lo so non è incoraggiante). È parte della vita, per fortuna, ci ricorda quanto siamo umani, fragili, ma anche forti, ad andare avanti.
    Baciotti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente. Ma rimpiango un sacco l'incoscienza dei miei vent'anni. Ora ho paura anche della mia ombra.

      Elimina
  9. Si ha paura di tante cose per motivi diversi, si può imparare a gestirla, a conviverci, ad aggirarla e magari a farsene beffe, ma eliminarla completamente...quello no. Che poi mi vien da dire, se c'è stata messa lì la paura, forse forse servirà pur a qualcosa :)
    Baci baci baci!!

    RispondiElimina
  10. Bellissimo post, Mar!
    E0 che noi siamo anche tutte le nostre paure, c'è poco da fare.
    Le possiamo solo attenuare, forse.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, ci caratterizzano. Ma a volte sono un gran fardello!

      Elimina
    2. E' il fardello che portiamo per sempre.
      I lati del nostro carattere.

      Moz-

      Elimina
  11. Risposte
    1. Quella è incoscienza. Non prevede la distinzione tra paura e altro. Non soffre, non gioisce, non teme, non gode, non spera, non lacrima, non ricorda. Nulla. Un robot.

      Elimina
    2. I due estremi sono non avere mai paura e avere sempre paura.

      Elimina
    3. Le paure si vincono affrontandole. Come scrive S. un po' più in là cogli anni, quando ne avrai affrontate e vinte molte, sarai più serena in là (e distaccata!).

      Elimina
  12. Io ho un sacco di paure e ci provo, ci sto provando, ad averne sempre meno.

    RispondiElimina
  13. a legger tutti di un fiato questi 'smetter di' mi è uscito un sorriso che non riesco a capire se è dovuto al divertimento o al cinismo o all'amarezza.... boh ;)
    P.S.
    Tante verità :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O alla tenerezza di chi si spaventa per tutto!

      Elimina
  14. Io penso che un po' di paura ci voglia nella vita.
    Se fossimo tutti perfetti, tutti coi controcazzi, non assaporeremmo mai il gusto di dire "ce l'ho fatta"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto sta a non farsi bloccare dalle paure stesse.

      Elimina
  15. La paura è forse l'emozione più naturale che abbiamo. Per questo non riusciamo a liberarcene facilmente.
    Alcune spariscono con il trascorrere degli anni senza che ci si faccia caso mentre altre ci rimangono per sempre (o si ripresentano saltuariamente).
    Però, se non provassimo a combatterle non potremmo dire di vivere a pieno la nostra vita ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, sono d'accordo. E sono anche salutari. Il problema è riuscire a circoscriverle e a far sì che non dominino la nostra vita.

      Elimina
  16. Nelle tue paure, nel loro affastellarsi, ritmato, sempre più sincopato mi ci sono riletta, tanto. Ho riletto le notti ad occhi sbarrati e le mattine con la testa nascosta dalle coperte. Ho riletto le insicurezze velate dalla faccia di bronzo che, ogni tanto, metto su mentre allaccio le scarpe, sulla porta di casa. Ogni paura è una scommessa da vincere, una parete da scalare. E vuoi davvero dirmi che averne scalate anche poche non conti più del non averne affrontate affatto? In tutto ciò, un abbraccio di peluche e cannella :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio a te, forte. Alla fine siamo tutti così simili.

      Elimina
  17. iO ce l'ho tutte, quelle elencate e anche di più!
    e mi stò rendendo conto, nei rari momenti di "follia" nei quali decido di buttarmi (perchè si, ho bisogno di autospronarmi per fare qualcosa) che la paura ci impedisce di fare un sacco di cose belle, ci impedisce di vivere. e non dovremo farlo. :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La paura è una catena. Hai ragione :*

      Elimina
  18. Anche io vorrei smettere di avere paura, soprattutto ultimamente...

    RispondiElimina
  19. Letto tutto d'un fiato, arrivato dritto al cuore e poi sparso ovunque...Ti capisco, tanto, troppo, e per questo ti abbraccio forte te e le tue paure che passeranno o forse no, ma che non per questo ti rendono meno speciale di quel che sei! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sai sempre come e cosa dire <3

      Elimina
  20. Qualcuno una volta disse in un qualche film che il coraggio non è non avere paura ma affrontare la paura. O qualcosa del genere.
    Forse è un pò vero.
    <3

    RispondiElimina

Parlo poco. Scrivo molto. Leggo ovunque.
Faccio cose e non vedo gente.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 concernente i Disclaimer.

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet, pertanto considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Tutti i testi e le immagini riportanti la firma dell’autrice sono di proprietà della stessa, pertanto non utilizzabili su altri siti web, blog e affini. Se interessati alla riproduzione di qualsivoglia materiale si contatti l’autrice per stabilire consenso e clausole.